• 18 maggio 2017

Viaggio nelle Cinque Terre: 5 motivi per vivere la costa del levante ligure

WhatsApp Image 2017-05-18 at 09.54.51 (1)

Viaggio nelle Cinque Terre: 5 motivi per vivere la costa del levante ligure

Hai sempre voluto fare un viaggio nelle Cinque Terre? Ecco 5 ragioni che riusciranno a persuaderti

La Liguria, quella striscia di terra affacciata sul mare, non lascia indifferente nemmeno il più cinico dei visitatori. Ma quali sono le ragioni principali per fare un viaggio nelle Cinque Terre? Ecco i motivi fondamentali, quelli di cuore, che potranno convincerti a fare la valigia, programmare il tuo viaggio e passare una vacanza nella nostra terra.

1 – La Natura

Sembrerà scontato, eppure le bellezze naturali che compongono il Parco Nazionale delle Cinque Terre conquistano il cuore, l’anima e la mente. Poeti come il premio nobel Eugenio Montale hanno raccontato l’asprezza di questo territorio. Lo stress quotidiano si affievolisce annusando il profumo della primavera ligure. Camminare nei sentieri a picco sul mare, fra i colori di questi panorami mozzafiato, regala un senso di pace e di soddisfazione che cancella la fatica e lascia solo lo splendido ricordo nella mente del visitatore. Ma se il trekking non è una vostra passione potrete ammirare quel piccolo angolo di paradiso comodamente seduti sul bus di Explora5Terre.

Evitate la ressa, scegliete la calma di un viaggio nelle Cinque Terre all’insegna della meraviglia.

 

WhatsApp Image 2017-05-18 at 09.14.44

 

2 – Il Mare

“E ‘nt’a barca du vin ghe naveghiemu ‘nsc’i scheuggi
emigranti du rìe cu’i cioi ‘nt’i euggi”

E nella barca del vino ci navigheremo sugli scogli
emigranti della risata con i chiodi negli occhi

Creuza de ma – Fabrizio De Andrè

La costa frastagliata ed impervia è un tratto distintivo che stupisce chi si avventura in un viaggio nelle Cinque Terre. Spuntare dal bivio di Riomaggiore con il bus di Explora5Terre e scorgere il blu limpido e sereno della costa: incredibile. Gli scogli da cui tuffarsi in quello splendido mare premiato anno dopo anno dalle bandiere blu assegnate dalla Fee, insieme al colore cristallino di quel verde strabiliante, premiano il visitatore di un’ esperienza unica e indimenticabile. Avete mai provato a fare il bagno sotto il gigante di Monterosso? A tuffarvi dallo scoglio di mezzo nella marina di Manarola dove i ragazzi si sfidano a chi si lancia dal punto più alto?

Fatelo, ne varrà sicuramente la pena.

viaggio nelle cinque terre

3 – I Colori

Rosso, giallo, azzurro, bianco, rosa, blu, verde: i borghi delle Cinque Terre sono un tripudio cromatico di eccezionale bellezza. Guardate le case strette e verticali, le scale ripide, i carrugi freschi e nascosti, consumati dall’aria salmastra e dal vento che batte sulle facciate. Quei colori che rendono unici i borghi delle Cinque Terre sono indelebili. Attraversateli dalle porte dei paesi dove il bus di Explora5Terre vi lascia ed osservatene la particolarità.

Innamoratevi.

manarola4

4 – La Tradizione

I muretti a secco rappresentano il primo artefatto dell’uomo che cerca di adattare l’ambiente alla sua presenza. I nostri nonni non avevano lo spazio per coltivare la terra, per cui l’ hanno creato: hanno costruito sulla frastagliata costa delle Cinque Terre dei terrazzamenti su cui basare la tradizione enogastronomica della terra del levante ligure. In questi muretti a secco la vite fa da padrona, proprio lì nasce il vino DOC “Cinque Terre”. Ma ci fermiamo al vino? No, la tradizione gastronomica delle Cinque Terre parte dalla storia della cucina ligure: focaccia, pesto, torta di riso, olio d’oliva, limoncino, acciughe, mesciua. Un mare di prodotti e ricette tipiche del nostro versante.

Sicuramente abitare in salita fa faticare, ma di fame non si muore.

IMG_7381

 

5 – L’orgoglio della popolazione

La verticalità delle costruzione dei borghi, insieme ai colori sgargianti e tipici dei cinque paesi sono stati costruiti da abitanti tenaci. Tutto in questa terra aspra metteva in guarda dal costruire un piccolo angolo di paradiso. Vi pare singolare? I liguri tenaci? Si, lo siamo, lo eravamo e continueremo ad esserlo. Perchè di fronte alla testardaggine di una riservatezza naturale, la personalità degli abitanti dei cinque paesi ha da sempre avuto la meglio su tutto: sulle disgrazie, sulla natura che prima sorride e poi distrugge. Certo sembreremo burberi e silenziosi, ma sicuramente non codardi, non avidi, non parsimoniosi (nonostante i clichè). Gli abitanti di queste terre hanno conquistato ogni centimetro con la fatica, guadagnando piano piano terreno, meritando ogni successo. Ricostruendo muretti, case, vite che la disgrazia ha distrutto.

Perchè siamo così, orgogliosi ma fieri come leoni.

viaggio nelle cinque terre

Angelo “Tonio” Pasini, un’ istituzione di Riomaggiore.

Ed ora… la valigia è pronta?

Vuoi sapere di più sul nostro servizio? Clicca qui